· 

Estratto di lievito ed idrolizzato

Prendo spunto da alcune domande ricevute via Facebook, per creare una pillola di bait guru che possa aiutare nella scelta e nell'acquisto di questa ampia categoria di prodotti.

Diciamo subito che sono tutti ricavati dai residui della produzione di birra ed altri alcolici ottenuti per fermentazione.

Quello che rimane sono cellule di lievito (un fungo) morte, caratterizzate da un interessante componente nutritiva proteica, vitaminica e minerale.

Nascono così dei prodotti integratori ad uso umano che non sono presenti nella nostra cultura alimentare ma che spopolano invece nel mondo Anglosassone.

Per questa disponibilità e qualità, vennero utilizzati fin dagli albori, dallo stesso Fred Wilton (inventore della boilie) per caratterizzare in termini gustativi ed apportare preziosi nutrienti.

Di fatto il gusto piace un sacco alle grosse carpe che apprezzano la maggior parte dei cibi fermentati che risultano estremamente attrattivi a causa di un insieme di sostanze fortemente solubili che contengono.

Purtroppo pochi negozi hanno sempre disponibili le creme come Marmite o Vegemite, mentre si trovano alcune alternative Bio, nei negozi specializzati in alimentazione naturale e salutistica.

On line si trova tutto, con costi superiori al negozio, ma comunque interessanti se rapportati a prodotti equivalenti venduti nei negozi specializzati di pesca.

Le varie marche differiscono solo per la densità della crema e per eventuali piccole aggiunte aromatizzanti, ma non vi è differenza pratica nell'utilizzo che noi ci proponiamo, tenendo presente che più un ingrediente è liquido, maggiore è la velocità con cui esce dalla pallina, ed abbiamo capito leggendo bait guru che questa non è una qualità assoluta, ma che dipende dall'utilizzo finale che facciamo della boilie.

Esistono poi degli ingredienti tecnici definiti " estratti di lievito trattati enzimaticamente" che altro non sono che degli idrolizzati utilizzati in ambito farmacologico o in allevamento come stimolatori di appetito, che sono ricavati sottoponendo la pasta di lievito spento ad un processo enzimatico che scompone le proteine e gli zuccheri, in molecole più piccole e solubili.

In genere questi prodotti sono molto più liquidi e aromatici e vengono proposti solo da aziende specializzate nel pet food oppure da marchi legati alla pesca ed al carpfishing in particolare.

Siccome la richiesta manifestava la difficoltà nel reperire questi ingredienti specifici, ricordo che Dave Thorpe aveva in catalogo un prodotto a base di lievito trattato che si chimava "the one", mentre io personalmente ho spesso usato il lievito trattato enzimaticamente dell'azienda Inglese Feedstim, quando avevo bisogno di reperire piccole quantità nell'ordine di pochi litri di prodotto.

Ribadisco comunque che l'uso degli estratti spalmabili ad uso umano è perfettamente sovrapponibile e che si possono trasformare questi ultimi, trattandoli con bromelina e papaina (10 grammi per 100 di prodotto) realizzando una predigestione proteica casalinga.

L'operazione è molto semplice,basta sciogliere pochi grammi di enzimi in qualche millilitro di acqua e miscelare bene con l'impasto di lievito,lasciando agire il tutto a temperatura ambiente per almeno 24 ore.

Il risultato sarà una forma più liquida e solubile del prodotto di partenza.

Vi lascio in gallery le immagini dei prodotti.