· 

boilie market

Fra tre giorni devo portare a pesca un caro amico che non ha mai neppure visto un hair rig, ma che si è innamorato dei miei racconti e , dalla pesca al colpo, vuole fare il grande salto verso il carpfishing.

La stagione è ancora acerba ed il lago si sveglia timidamente dall'inverno, con l'acqua che supera di poco i 10 gradi.

Si tratta di un lago naturale con una buona presenza di pesce e discreta quantità di alimento(che per ora è ancora non abbondante).

Devo realizzare quindi esche attrattive e digeribili con le quali magari fare una piccola pasturazione di supporto il giorno prima della pescata.

Il mio problemaè che non possiedo più gli attrezzi per impastare, rullare e cuocere e non ho disponibilità immediata di farine tecniche e specialistiche o di palline pronte.

Che fare?

semplice, mi recherò al super mercato e sceglierò ingredienti di uso comune e quotidiano per tirare fuori una bella esca che impasterò a mano e cuocerò con un metodo molto interessante.

Approfitto inoltre per fare due piccoli documentari video che toverete in fondo a questa pillola, dopo la gallery fotografica degli ingredienti.

Ho scelto un iper mercato di medio-grande dimensione perchè così facendo posso spaziare fra vari reparti gastronomici che mi possono offrire diversi ingredienti interessanti.

Di fatto avrei potuto realizzare anche esche super top e professionali, ma ho deciso di stare molto basic per fare un video adatto veramente a tutti.

Intendiamoci: il mio basic è un livello che vi permette di prendere pesci e produrre esche eccellenti, che possono essere spinte a livelli molto alti usando qualche ingrediente attrattivo specifico da carp fishing.

Nel mio base mix non vi sono ingredienti animali e potete ritenerlo efficace come base di lavoro da affiancare alla maggior parte delle pillole di bait guru presenti in questo blog, a patto di usare 5 uova per kg. in modo da garantirvi una meccanica ideale.

gli ingredienti del mix sono :

  • 250 grammi di pane grattugiato
  • 200 grammi di farina di soia grassa tostata
  • 200 grammi di farina di mais fioretto
  • 200 grammi di semola rimacinata
  • 150 grami di destrosio in polvere per dolci.

Il prezzo al kg di questo progetto, come verificabile da scontrino è di 1,5 euro al kg.

Il mix è sufficientemente elastico da gestire le fasi di impasto e estrusione anche meccaniche, nonchè manuali.

la nutritività è bassa e la digeribilità elevata, ma questa è un esca da una pasturazione a spolvero e pesca, congiuntamente al method, sempre da supermercato, impostato su pane in cassetta, crema di mais dolce e tonno, pastoncino per uccellini giallo e farina di mais, il tutto condito con brodo pronto di pollo (con cui impastare le fette di pane) .

Per la parte attrattiva delle boilie ho deciso di ricorrere a due varianti, una al pesce realizzata con la pasta d'acciughe e l'altra nutty, utilizzando il burro d'arachide cremoso 100%.

Completano la ricetta l'aceto di mele non filtrato e l'uovo Q.B.

una volta miscelate le farine come da ricetta, mescoliamo 2 uova, 60 grammi di pasta d'acciughe (l'intero barattolo) e 30 ml. di aceto, che possono salire fino a 50 se vogliamo spingere di più.

Incorporiamo alle farine e impastiamo con le mani fino a chè la parte semiliquida non viene assorbita tutta, a quel punto mettiamo altre uova, quante ne bastano per arrivare a completamento della giusta consistenza (oggi il mix ha preso 8 uova in tutto).

Per la versione nutty, si seguono gli stessi passaggi sostituendo SOLO la pasta di acciughe con equivalente dosaggio di burro d'arachide.

A questo punto ci rulliamo col palmo delle mani qualche decina di esche per l'innesco e quindi formiamo con il restante impasto un paio di panetti di circa 10 centimetri di spessore.

Rivestiamo per bene i panetti con la pellicola trasparente in modo che non vi sia contatto diretto fra l'impasto e l'acqua di cottura e facciamo lo stesso con le esche da innesco, creando anche in questo caso un involucro impermeabile.

A questo punto mettiamo i panetti in una pentola coprendoli con circa un centimetro di acqua fredda e poniamo sul fuoco vivo.

Quando l'acqua comincerà a bollire, inseriremo anche i pacchettini con le boilie e conteremo un minuto per ogni centimetro di spessore del panetto, nel mio caso 10 minuti.

essendo l'impasto protetto dal contatto con l'acqua, gli ingredienti preservano tutta la loro fragranza, gusto e attrattiva.Il mix non temo la fase termica, anzi ne guadagna in gusto, per questo motivo meglio eccedere nei minuti di cottura che tenere pe poco tempo. Vi potete spingere tranquilli fino a 15-20.

una volta tolto dal fuoco a fine cottura, lasciamo raffreddare, togliamo la pellicola e procediamo alla realizzazione dei cubi da pastura, la forma più veloce ad entrare in pesca, tagliando prima a fette di circa un centimetro di spessore e poi rifinendo a cubi.

A questo punto lasciamo asciugare bene almeno una notte e quindi possiamo già usare a pesca le nostre esche.

Nel mio caso, userò il 50% del chilogrammo realizzato per pasturare il giorno prima della pescata, mentre durante la stessa, utilizzerò palle di method con dentro i cubi in forma sbriciolata grossolanamente.

Con lo stesso sbriciolato realizzerò degli stick per pasturare nei pressi dell'innesco, ma questo sarà argomento di un'altra pillola...

stay tuned...