· 

Faccio boilies con quello che ho in casa...

Premetto che non pesco carpe da più di dieci anni ormai e che non sono più coinvolto nel settore commerciale da almeno 15...

Ma questo non significa che dopo aver impastato tonnellate di mixes e visionato migliaia di prodotti più o meno specifici non mi sia rimasta la voglia di "giocare" con le farine.

Il bello del self è proprio sperimentare e mettere insieme esche che possono rivelarsi veramente strategiche a pesca.

La conoscenza approfondita degli elementi e la capacità di capire come far interagire fra loro le farine del mix con i liquidi è una qualità che si apprende nel tempo. Più si hanno le mani in pasta e prima si acquisisce questa competenza.

Gli ingredienti sono sempre stati la mia passione e infatti ho scritto un libro che contiene centinaia di possibilità e di prodotti che possono essere dedicati a produrre efficaci miscele da pesca alla carpa.

Tutti questi prodotti e le loro combinazioni li trovate nel mio libro The Bait Guru che trovate anche in una forma sintetica che non contiene tutte le ricette del cartaceo ma che vi offre comunque un ampia scelta di ingredienti divisi per la famiglia di appartenenza ( prodotti vegetali, animali, pesci, spezie, organi interni ecc.).

Per scaricare gratuitamente il PDF cliccate sul link qui sotto

scarica gratis The Bait Guru in PDF

Capita quindi che a volte, discutendo sulla mia pagina di Facebook (che è la vetrina dove pubblico i link agli articoli che scrivo e ai mini video che propongo su youtube), mi venga voglia di tornare a casa e impastare.

Però ho due problemi...

Il primo è che non ho più attrezzi ne ingredienti specifici...

Il secondo è che non mi accontento di fare schifezze...ma pretendo comunque di produrre ottime boilies!

E così ieri sono andato a casa dopo lavoro con la voglia di impastare un mix tecnico per creare inneschi performanti e molto resistenti, una necessità che molti di voi mi propongono come primaria.

La soluzione che vi propongo e che ho rullato non vuole essere la migliore in assoluto, ma semplicemente il meglio che potevo fare con i 4 ingredienti che ho trovato in dispensa!

Nonostante questo è uscita una ottima boilie da innesco ad alta resistenza e molto nutriente e digeribile. in sintesi un prodotto con cui pasturare e pescare.

Prendendo spunto da questa ricetta, ognuno può integrarla (e io stesso suggerirò delle varianti nei solidi) oppure cambiare la parte liquida usando prodotti più specialistici come liquid food ecc.

(clicca qui per leggere quali liquid food puoi trovare al super mercato)

Allora, tornando a noi, io in casa avevo le Whey protein 100% di Multipower, un integratore che solitamente uso per lavoro nei periodi di allenamento ad alta intensità muscolare (perchè io in realtà sarei un personal trainer e lavoro nella mia palestra).

Questo ottimo prodotto è formulato con proteine del siero del latte concentrate WPC e contiene una parte di proteine del siero idrolizzate, con alcuni altri microingredienti come eccipienti e vitamine.

Queste proteine in polvere sono considerate le più solubili sul mercato tanto che si riesce a fare un rapido frullato semplicemente mescolandole in un bicchiere d'acqua con il cucchiaio.

Con questo ingrediente avrei gestito tutta la parte nutritiva dell'esca (sono una fonte proteica eccezionale e garantiscono più di 80 grammi di proteine purissime ogni 100 di polvere), la parte attrattiva a medio/lungo termine (in quanto sul fondo del lago o fiume sono rapidamente attaccate dai batteri del fondo che sviluppano dei potenti attrattivi naturali già dopo 2-3 ore di immersione) e la parte meccanica grazie al reticolo strutturale che creano post cottura.

Mi mancava un ingrediente di struttura amidaceo e magari un terzo elemento igroscopico che assorbisse bene la parte liquida impastando.

Purtroppo avevo a disposizione solo la semola rimacinata avanzata dai video "super market mix" una raccolta di ricette fatte con soli ingredienti da super mercato.

Se vi siete persi la saga dei super market mix vi lascio i link...

(supermarket 1)

(supermarket 2)

(supermarket 3)

(supermarket 4)

Il terzo ingrediente ideale sarebbe potuto essere un bel biscotto amaretto oppure savoiardo ben sbriciolato...ma in casa mia non si mangiano dolci e quindi ne ero sprovvisto!

Quindi mi sono accontentato dei due ingredienti miscelati in parti uguali 50/50 come si suol dire.

Ho quindi composto il mix miscelando 100 grammi di WPC (whey protein Multipower) con 100 grammi di semola rimacinata.

Se avessi avuto il biscotto avrei fatto tre parti uguali, quindi 100 whey protein + 100 semola rimacinata + 100 biscotto sbriciolato.

A questo punto dovevo trovare la componente liquida...

con 200 grammi di mix volevo usare un solo uovo (le uova non mancano mai visto che ne mangio 20 a settimana) e il resto tutta sostanza attrattiva.

Mi era rimasta la glassa di aceto balsamico Ponti alla fragola che avevo comprato per una versione delle esche super market e quindi ho deciso di usare questo ingrediente anche se è un po appiccicoso perchè molto interessante da un punto di vista gustativo, già dotato al suo interno dell'aroma alla fragola termostabile e di tutta la componente attrattiva dell'aceto concentrato.

In pratica liquid food+aroma+dolcificante in un unica soluzione.

Mi sarebbe piaciuto usare il super-liquid-foor S.L.F. di cui vi ho parlato nell'articolo omonimo con la ricetta, ma non avevo gli ingredienti per farlo.

(ti sei perso la ricetta del super liquid food self made? non ti preoccupare, clicca qui per leggerla).

A questo punto ho rotto l'uovo nei 200 grammi di mix, mescolando fino a pieno assorbimento e quindi ho aggiunto la glassa di aceto balsamico poca alla volta fino a raggiungere la giusta consistenza dell'impasto.

Occhio che la glassa è appiccicosa e quindi regolatela bene se dovete rullare in tavola.

io ho fatto a mano le palline, ma avrei potuto anche realizzare blocchi da cuocere nella pellicola, la forma più semplice di cottura per creare cubetti e sbriciolato da pastura.

Se non conosci questo metodo ti rimando all'articolo sui sistemi di cottura nel link qui sotto.

(clicca qui per conoscere i migliori sistemi di cottura)

Ho quindi cotto a vapore per 5 minuti le mie esche super strong e molto profumate!

Il risultato è una pallina dalla grande resistenza, a medio/alto valore nutritivo, super digeribile.

Spero che questo "gioco" vi possa dare degli spunti interessanti su cui ragionare. Vi lascio come al solito alla galleria delle immagini.