· 

Total black squid bait

Anche io a volte voglio raggiungere il limite con un progetto che rasenti la perfezione massima raggiungibile in ambito di esche, nello specifico per ciò che riguarda le Total baits!

Questo concetto molto spinto di esca da caccia grossa, ingannevole ma naturale, priva di stimoli chimici artificiali e di sintesi, che propongo nelle mie serate presso i club di appassionati di pesca alla carpa.

(vuoi saperne di più sulle Total baits? clicca qui)

Ecco quindi che ho portato questa "nera" molto cattiva ai limiti in termini di ingredienti e di gestione pratica dell'impasto, spingendo l'amico Matteo di Baitselection verso un livello che ha creato alcune problematiche...non fosse altro per la pulizia finale degli attrezzi!!!

Perchè questo nero intenso e gustativo, si badi bene, non è un colorante!

Semplicemente la tinta che si ottiene naturalmente a causa degli ingredienti utilizzati!

La boilie in se è impostata su un mix light birdfish con farina di calamaro e predigested fishmeal di acciuga, inglobati nella collaudata base di biscotto, pane e estrusi di cereali che ci serve per un ottimo comportamento in acqua.

la struttura di queste esche speciali, destinate a scambiare da paura ma anche a durare sul rig, è assicurata da caseina e proteine del siero del latte che incrementano il valore nutrizionale.

La parte attrattiva è affidata all'inchiostro della seppia, un liquido molto aromatico ricco di attrazione che il cefalopode utilizza per distrarre sensorialmente il predatore, celandosi alla vista e stuzzicandolo a livello gustativo con questo siero ricchissimo di amminoacidi e ammine aromatiche!

Oltre a questo stimolo abbiamo usato il difficilissimo (da reperire) Shiokara, un calamaro fermentato nelle sue viscere, considerato fra i 3 cibi al mondo di origine animale più disgustosi (gli altri sono l' Hakarl e il Surstromming) ma molto appetibile per un pesce come la carpa , sensibile alle ammine fermentative.

Questa leccornia giapponese consiste in un fermentato di intestini di calamaro lasciato a macerare mesi con il fegato (sempre di calamaro) fino a completo discioglimento, stabilizzando con il sale.

 

(vuoi vedere com'è fatto lo Shiokara, il fermentato di intestino di calamaro? clicca qui)

(vuoi vedere un divertente video dove mangiano lo Shiokara? clicca qui)

 

Un processo simile a quello del Garum, la salsa di pesce fermentata self made, che vi ho descritto minuziosamente nei miei libri sull'esca e in questo articolo sul blog: (clicca qui per leggere come fare la salsa fermentata in casa a costo zero!)

 

Questi processi chimici innescati dagli enzimi naturalmente presenti nell'intestino del cefalopode liberano una forte attrazione amminica e organica del tutto naturale e non frutto della sintesi di sostanze artificiali (come negli aromi). Percepirete un intenso e persistente odore e gusto di calamaro che dura per tutta la vita operativa della pallina, senza mai avere azione repulsiva nei confronti dei grossi pesci sospettosi.

Infine a completare lo spettro gustativo devastante, abbiamo deciso di usare la pasta di aglio nero fermentata, con la sua innegabile spinta data dall'allicina e da altre sostanze fermentative primarie che si sviluppano nel processo.

(preparatevi...che ora faranno outing i numerosi pescatori del web che usano lo Shiokara da decenni...sperando che almeno sappiano pronunciare bene il nome...sigh)

Il tutto viene impastato con 6 uova per kg. di mix e 200 ml. di liquidi attrattivi e stabilizzato con vitamina C, sorbato e propionato sciolti nel glicole che viene inserito come umettante per mantenere sempre iper idratata l'esca.

Come al solito verranno prodotte nel diametro di 18 mm, come hook bait ad alta resistenza nella misura da 24 e come bilanciate ad alta resistenza sempre da 24 mm.

Il progetto delle bilanciate merita attenzione perchè questa versione ha un mix più forte come tenuta per contenere le microsfere di sughero naturale usate per alleggerire il costrutto in modo che si bilanci perfettamente con il solo peso dell'amo.

Per ottenere una dinamica d'attrazione identica alle versioni da 18 si deve quindi rinforzare il segnale organico prevedendo un 10-30% in più di attrazione liquida.

Il rinforzo strutturale è dato da un maggior quantitativo di proteine del siero e dall'inserimento di gelatina animale che crei una struttura reticolare di contenimento per il sughero, una soluzione "old school" preferita alle micro bolle di vetro per motivi esclusivamente estetici.

Quest'esca Total sarà visionabile nella versione "sample" negli incontri in presenza ( e forse anche attraverso la spedizione postale)dove c'èsempre disponibile una piccola quantità in lotti che comprendono inneschi del 18, 10 hard hook bait del 24 e 5 hard hook bait bilanciate del 24 per chi volesse provare la replica coadiuvato dai campioni (un aiuto non indifferente)

Lo scopo di questi esempi è fornirvi un riferimento su cui basarvi per sviluppare autonomamente dei vostri progetti Total avendo come esempio l'esca fatta con precisione professionale.

Il concetto ed alcune ricette di Total bait sono anche trattati nel mio nuovo libro: Carpfishing ambienti e strategie, come esche di riferimento per chi ama il self per ciò che riguarda la pesca in specifici ambienti e occasioni.

 

(Vuoi acquistare l'ultimo libro Carpfishing ambienti e strategie? clicca qui)